Privacy: come viene memorizzato il viso o l’impronta?

6 Maggio 2020,

Privacy: come viene memorizzato il viso o l’impronta?

Il terminale C8®, al momento della registrazione dell’utente, analizza il volto in 3D, prendendo le coordinate di alcuni punti sensibili quali la dimensione delle labbra, del naso, degli occhi, delle sopracciglia e la distanza tra di essi.

Successivamente ne ricava una formula matematica che viene criptata e salvata in memoria. Questa formula matematica verrà associata ad un numero.

Quando l’utente transiterà dal terminale, verrà ricalcolato l’algoritmo e verrà cercato in memoria chi ha lo stesso algoritmo: se troverà corrispondenza, memorizzerà il codice numerico associato.

La stessa cosa avviene sui lettori di impronta C6® e MultY®: non viene memorizzato il dito ma solamente un algoritmo matematico calcolato rilevando alcuni punti cruciali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin